Come dovrei isolare le pareti e i soffitti di questa casa di mattoni semi-indipendente del 1920?

4

Sto ristrutturando una casa semi-indipendente degli anni '20. L'intonaco alle pareti fu schiaffeggiato direttamente sul muro di circa un pollice di spessore, ei soffitti erano assicelle e intonaco che era stato messo fuori bordo. La maggior parte di questo deve uscire per riparare i lavori alle pareti. Voglio sapere qual è il modo migliore per isolare le pareti e i soffitti con l'obiettivo di soddisfare il valore dei registri BC. (Credo che questo sia 0.3 [unità necessaria])

Tutte le pareti esterne sono in mattoni pieni da 9 pollici. I travetti del pavimento sono a una distanza di 30 cm con il pavimento di pino in cima che non ho intenzione di rimuovere come tutto il suo suono. Ho intenzione di isolare il soppalco con lana di roccia / fibra di vetro a circa 400 mm e utilizzare pannelli insonorizzanti sui soffitti e sulla maggior parte delle pareti interne.

Sopra il soggiorno e la cucina ci sono le camere da letto di ricambio che non sono realmente utilizzate. Mi piacerebbe isolarli in modo da non riscaldare lo spazio inutilizzato.

Le mie preoccupazioni sono:

Per isolare le pareti esterne con pannelli di cartongesso isolanti si intende la costruzione di un telaio e la perdita di ben 4 pollici attorno a ciascuna stanza. Creerebbe anche un problema logistico nel montaggio di proiettori (futuri) sul muro.

Anch'io sono preoccupato per la formazione di condensa nei travetti se isolamento i soffitti del piano terra.

    
posta Charlie B 10.09.2012 - 22:45
fonte

4 risposte

3

La condensa è sicuramente una preoccupazione nei giorni più freddi. Se crei una rottura termica che non è adeguatamente sigillata contro le perdite d'aria, l'aria calda della casa si infiltrerà dietro le pareti, portando con sé molta umidità. Nel frattempo i mattoni, che ora sono isolati, saranno molto freddi, e quando l'aria calda si raffredda, lascia andare la sua umidità - e così otteniamo la condensazione.

Quella condensa verrebbe intrappolata nelle pareti e prima che tu abbia un problema con il deterioramento del mattone avrai problemi che potrebbero portare a problemi di salute.

La cosa migliore da fare per evitare che ciò avvenga è di isolare con una sostanza che funge da barriera del vapore , che impedisce all'aria (e quindi all'umidità) di fuoriuscire nella cavità chiusa. Il miglior prodotto per questo IMO è l'isolamento in schiuma spray, perché riempie tutti gli angoli e le fessure e IS la barriera vapore.

In alternativa, puoi usare la fibra di vetro e coprirla di plastica per formare una barriera al vapore, e questo può funzionare se lo si chiude correttamente attorno ai bordi, alle cuciture e ai fori che si verificano.

Qualsiasi approccio, tuttavia, richiederà di sacrificare lo spazio vitale, quindi per una corretta interruzione termica probabilmente vorrai almeno 4 "di isolamento.

Ora - per quanto riguarda l'isolamento delle stanze libere. Non isolare le pareti interne. Mettere un adeguato isolamento nelle pareti esterne di quelle stanze, in modo che non perdano calore verso l'esterno. Sì, li riscalderai, ma se sono adeguatamente isolati non costano molto per riscaldare e ci sono molti altri problemi con la trasformazione in una stanza "interna" - è uno spazio finito, dopo tutto, e tu non vuoi rischiare di danneggiarlo lasciandolo gelare freddo là dentro.

    
risposta data 11.09.2012 - 14:28
fonte
1

Possiedo un edificio bifamiliare in mattoni a Boston. Ho fatto ricerche approfondite e sembra che non sia consigliabile isolare le strutture in muratura dall'interno. La condensa diventa un grosso problema e il mattone si danneggia.

    
risposta data 10.09.2012 - 23:11
fonte
1

Stavo per dirti di non preoccuparti dell'isolamento, dato che il pensiero attuale tende a fermare il flusso d'aria attraverso le pareti esterne invece di fermare il trasferimento di calore, ma poi ho fatto una piccola ricerca sul mattone. Per non dire altro, è complicato. Ecco un articolo che parla della complessità: link . Sembra che la tua migliore scommessa sia comunque limitare l'infiltrazione d'aria attraverso le finestre e le altre penetrazioni dei muri, ma lasciando il tuo mattone da solo. Se hai il coraggio di isolare le pareti interne, ti consiglio di sottoporti a una revisione della tua casa per darti una risposta adeguata alla tua situazione completa.

    
risposta data 11.09.2012 - 17:11
fonte
1

Aggiungerò un'altra permutazione al mix.

La risposta di Spark era probabilmente la più corretta quando ha detto "è complicato". Come molti altri hanno sottolineato, occuparsi di problemi di umidità sarà la vostra più grande preoccupazione. Tuttavia, le barriere di vapore non sono sempre la soluzione migliore. Infatti, ci sono diversi livelli di "permeabilità" dell'umidità che dipendono da una varietà di fattori come il clima, la quantità di isolamento e persino la temperatura e l'umidità all'interno della casa.

Per un documento di ricerca dettagliato su questo argomento con una varietà di opzioni, consulta RR-1105 rapporto di Building Science Corp.

Infine, per affrontare la tua preoccupazione per la perdita dello spazio interno: un approccio da adottare sarebbe quello di isolare dall'esterno anziché dall'interno. Dovresti mantenere il tuo spazio interno. Tuttavia, il compromesso sarebbe ovviamente un'estetica modificata dall'esterno.

    
risposta data 22.10.2012 - 05:17
fonte

Leggi altre domande sui tag