Viaggio in bicicletta attraverso l'Italia: recupero di una notte sulla strada

14

Il campeggio selvaggio in Italia è spesso proibito. Ma solo dormire in auto o roulotte per una notte in un parcheggio con lo scopo di recupero è esente da questo (a ragione, preferisci che le persone smettano di dormire per averli a rischio di incidenti). [citazione necessaria]

Ma viaggerevo in bicicletta: è legale fermarsi per meno di 12 ore in un posto, basta mettere un isolamento a terra (e un sacco da bivacco se piove) e dormire lì vicino alla mia bicicletta? Ci sono delle condizioni?

Sono consapevole che questo comporta alcuni rischi dai criminali, ma non lascerei mai la mia roba da solo, mai e sarei sorpreso se qualcuno fosse disposto a combattere per la mia bici da trekking maltrattata e altri molto usati ma di alta qualità equipaggiamento o la quantità di denaro di emergenza che avrei bisogno di portare ( no costoso orologio, smartphone, macchina fotografica e simili che sono probabilmente facili da vendere). Se pensi che io abbia torto, allora sentiti libero di fare questa parte della tua risposta, altrimenti tienilo agli aspetti legali.

Sospetto che non sarei multato per questo, ma mi piacerebbe conoscere la legge.

Sulla motivazione della mia domanda : vorrei andare ai miei limiti in merito alla distanza percorsa ogni giorno. Ciò significa che è impossibile pianificare le fermate prima del tempo. La qualità delle strade influenza molto la mia velocità, anche il tempo e ovviamente non sempre mi comporto allo stesso modo. Mi aspetto di fare qualcosa tra 100 km e 250 km al giorno a seconda delle circostanze.

Perché non gestisco troppo il calore (o è solo un buonsenso generale?), partirò molto presto al mattino, fare una lunga pausa incluso un pisolino intorno a mezzogiorno e poi continuare molto tardi la sera.

Quindi, né gli hotel né i campeggi, né nulla di simile è davvero pratico, anche se sono disposto a pagarlo.

Modifica: fatto questo un paio di volte adesso. Per essere uno il lato sicuro, ho solo fatto in modo che nessuno mi vedesse ... E di solito mi sono fermato alle 10-12 del pomeriggio e ho iniziato prima delle 6, quindi non sono mai stato in un solo posto per molto tempo.

    
posta Nobody 13.09.2016 - 15:58
fonte

1 risposta

12

Ok. Non mi assumo alcuna responsabilità per ciò che segue, ok? In Italia il campeggio libero è consentito , forse.

La legge italiana definisce il campeggio come la costruzione di una struttura di tende fisse per non più di 48 ore e bivouac come il pernottamento in una struttura di una tenda durante la notte.

A livello nazionale la legge italiana consente per il campeggio e il bivacco.

Poi un'altra legge (D. Lgs, 31/3/1998, n. 112) trasferisce ogni aspetto delle leggi relative al turismo alle autorità locali, che "il campeggio e il bivacco sono consentiti a meno che esplicitamente vietato dalle leggi locali e segnalati con il segnaletica corretta "

Da qui in poi ... è un casino totale. Ogni contea ha le sue regole, ogni provincia di ogni contea ha le sue regole, ogni città in ogni provincia ecc. ecc.

In generale, e in riferimento al tuo itinerario:

significato: non offendere ma non ho intenzione di leggere tutti i libri di legge di ogni città per cercare ogni dettaglio

  • Lombardia: nessuna legge esistente. C'è solo una legge che consente il bivacco dopo aver chiesto un permesso al comune.
  • Piemonte: consentito dalla legge nazionale
  • Veneto: dimenticalo completamente
  • Trentino Alto Adige: misto. Proibito in tutte le circoscrizioni, ma poi più o meno lo stesso della legge nazionale in quanto è possibile interrompere per non più di 24 ore solo se non ci sono segni espliciti dal comune che lo vietano
  • Liguria: nessuna legge esistente, solo un piccolo casino per il bivacco su certa altezza

Conclusione: benvenuto alla burocrazia italiana.

La mia opinione: evitalo. Il rischio è troppo alto e ci sono così tanti posti meravigliosi al mondo senza la necessità di rischiare il tuo tempo in questa nazione spesso complicata. Andare in bicicletta in Provenza, per esempio.

Il mio suggerimento se ne hai davvero bisogno: Lugano-Genova può facilmente attraversare il Piemonte, dove è consentito il campeggio. Venezia può essere raggiunta da Lugano attraverso il Trentino Alto Adige, dove è possibile rischiare il campeggio.

Modifica dopo il commento dall'OP

Mi spiace, ma non sono stato in grado di trovare una chiara indicazione di come prendere in considerazione un sacco o un materasso. Non sono un avvocato, in tutta onestà, e queste cose sono un po 'marginali. Tecnicamente, il bivacco e il vagabondaggio / roaming sono più o meno gli stessi, dipende solo dal contesto. Nel tuo caso, se fossi perfettamente in grado di parlare, sarebbe facile spiegare cosa stavi facendo, altrimenti rischi ogni volta un po '. Onestamente, se vuoi fare il tuo giro in bicicletta, porta una tenda e dormi dentro. Ancora discutibile (dal poliziotto) ma almeno molto molto più facile da capire. E puoi mettere la tua bici dentro, che almeno ti garantirà che il tuo giro in bicicletta durerà più di un giorno ;-D

    
risposta data 13.09.2016 - 22:00
fonte

Leggi altre domande sui tag